Quando nell'organizzazione del viaggio si dimentica qualcosa

State organizzando il vostro viaggio e, da soli o insieme al vostro consulente di viaggi, pensate a tutto, proprio tutto, nei minimi dettagli! 
I voli, che non costino troppo e non vi obblighino ad ore e ore di attesa in aeroporto, le sistemazioni alberghiere: hotel situati nei punti giusti, con ogni comfort o piuttosto semplici, in base ai gusti di ognuno! E poi le escursioni, organizzate o indipendenti… Sì, ora ci siete! Avete fatto proprio un bel lavoro…o forse…state dimenticando qualcosa?
 

 

Eh già, proprio così: qualcosa manca…

L’ASSICURAZIONE DI VIAGGIO!

Spesso non viene considerato come elemento di un viaggio, mentre in realtà dovrebbe esserne una parte fondamentale. Quasi sempre, se il viaggio è organizzato con un tour operator, una polizza assicurativa di base è inclusa nel pacchetto e obbligatoria, ma è sempre consigliabile prendere in considerazione anche le diverse polizze integrative che vengono proposte, valutandole sulla base della destinazione del viaggio e della situazione di ognuno. E ancora di più quando si organizza un viaggio indipendente, anche all’avventura!

Senza pensare ai casi gravi…Avete presente quanto vi potrebbe costare solo recarvi al pronto soccorso per una slogatura negli Stati Uniti? Una bella polizza medica potrebbe esservi utile in questo caso!
Oppure: tutto prenotato, valigie pronte…ma la notte prima di partire il vostro bimbo di 5 anni ha la febbre…certo, si potrebbe anche partire lo stesso…ma poi chi lo sente il pediatra??? E poi, se il bagaglio venisse smarrito?
Insomma, spesso non serve cercare situazioni al limite, anche le cose che succedono ogni giorno potrebbero causare problemi e trasformare una vacanza, da piacevole momento di relax e scoperta, ad un’inutile perdita di soldi…
 
Senza esagerare e diventare paranoici…io una bella assicurazione la valuterei sempre: almeno in vacanza, cerchiamo di non portarci problemi!

Pubblicato il: 2016-09-27