Il mio Viaggio di Nozze

Il viaggio di nozze è il viaggio della vita.

 

Come dico sempre ai miei clienti quando mi contattano per il loro viaggio di nozze, molto probabilmente nella vita non avremo mai più tanta disponibilità di tempo e denaro per viaggiare, quindi conviene approfittarne!
Quello che voglio raccontare oggi è proprio il mio viaggio di nozze:
Sudafrica, Cascate Victoria e Botswana e Dubai.
 
La prima tappa del nostro viaggio è stata Cape Town: città vivibile e tranquilla, che offre diverse esperienze ai visitatori, dalla costa alla Table Mountain, che si trova alle sue spalle. 
Abbiamo iniziato con Hout Bay, da dove siamo partiti per un'escursione verso Duiker Island, conosciuta anche come Seal Island per la sua vasta popolazione di foche del Capo. 
Tempo un po’ incerto e umido, ma come ci hanno detto appena arrivati: nella Penisola del Capo puoi vivere tutte le 4 stagioni nell’arco di una giornata!
 
Eh sì, ci siamo accorti che è proprio vero!!!

Le visite sono continuate con Cape Point: raggiunto il faro in ferro, da qui si può godere di una immensa vista sull’oceano sottostante.

Abbiamo proseguito poi per il Capo di Buona Speranza, conosciuto (anche se erroneamente) come il punto più a sud del continente africano e punto di separazione tra Oceano Atlantico e Oceano Indiano.

Tornando verso nord, costeggiando quella che viene chiamata False Bay e ci siamo fermati a Boulders Beach, dove abbiamo conosciuto una simpaticissima colonia di pinguini africani (Jackass Penguin).

Il mattino successivo è stata la volta della salita alla Table Mountain: attenzione! Nonostante non sia molto alta, in cima alla Table Mountain può fare un gran freddo!!! Ma ne è valsa la pena, salire con la speciale funivia ed ammirare il panorama sulla città e tutta la baia è stato davvero spettacolare!

Molto affascinante è stata la visita di Hermanus, località affacciata sulla baia di Walker, famosa per la possibilità di osservare le balene australi e altri cetacei. Per le strade si trovano i whale crier: "strilloni" che avvisano dell'avvicinarsi di balene alla costa suonando il tipico corno.

E non poteva mancare la foto con uno di loro!!!

Prima di tornare verso la città abbiamo poi percorso la famosa Wine Route (sì, anche il Sud Africa ha la sua zona famosa per i vigneti!) e ci siamo ovviamente fermati per una degustazione in una delle Wine Farms tipiche della zona.

Lasciata Cape town, il nostro itinerario è proseguito lungo la Panorama Route, per dirigerci verso la zona del Mpumalanga.
 
Il nome di questa strada dice tutto, i paesaggi che abbiamo incontrato ci hanno davvero lasciati senza fiato!
 
Il Blyde River Canyon, il più grande Canyon verde al mondo, le tre Capanne, la visita a Pilgrim Rest's sono solo alcune delle meraviglie che abbiamo incontrato prima di raggiungere la nostra meta: il Kruger National Park.
Abbiamo soggiornato per 3 giorni in una riserva privata all'interno del parco Kruger, uscendo per 2 safari al giorno, a caccia dei Big Five
Per chi non lo sapesse, i safari, in genere, si fanno la mattina molto presto e il tardo pomeriggio, verso il tramonto, in quanto sono i due momenti in cui, date le temperature più favorevoli rispetto al resto della giornata, è più probabile incontrare gli animali.
La nostra avventura continua e ci imbarchiamo su un volo per le Cascate Victoria!!!
 
Wow, la visita di quello che nella lingua ufficiale significa "ll fumo che tuona" ci ha davvero incantati! 
 
“Vietato arrampicarsi sulla statua” : questo strano cartello, posto ai piedi della statua dell’esploratore Livingstone, apre le porte ad uno scenario davvero spettacolare. 
 
In questo punto il fiume Zambesi precipita in uno stretto dirupo largo circa 120 metri, e la cui altezza varia dagli 80 metri sul lato destro, ai 105 metri nella parte centrale, la grande massa d'acqua, cadendo nel dirupo, genera una nebbia di gocce d'acqua che sale a oltre 1.600 metri di altezza, ed è visibile da una distanza di 40 km.
Arriviamo alla conclusione del nostro viaggio in Africa...non prima di passare per il Botswana:
 
altri safari al Parco Chobe ci stavano aspettando!!!
 
Qui il paesaggio è completamente diverso rispetto a quello del Kruger, ma altrettanto emozionante: e la caccia ai Big Five riparte!!!
A questo punto non ci resta che lasciare definitivamente natura selvaggia, animali e safari e ripartire per il viaggio di ritorno...
 
...anzi no! Ci manca ancora una tappa!!!
 
Il volo di ritorno ci permette di fermarci per uno stop di qualche giorno a Dubai!
Certo, il passaggio dalla natura del Sudafrica ai grattacieli di Dubai è stato forte, ma devo dire che ci siamo abituati in fretta!
Gli ultimi tre giorni sono trascorsi tra centri commerciali da Guinnes World Record, souk, crociere al tramonto e un po' di relax in spiaggia!

...un totale di 20 giorni per un itinerario davvero imperdibile, un viaggio che rifarei subito!

Pubblicato il 2020-09-07 da Denise

Gli ultimi racconti


Vuoi anche tu condividere il tuo viaggio?