Comportamenti più o meno bizzarri in vacanza

Un detto brianzolo dice "cent co, cent crap" (poi prosegue in modo più scurrile, ma per mantenere una certa dignità mi fermo qui) e anche nel mondo del turismo, ognuno la pensa a modo suo. 
 
Con questo articolo vorrei ripercorrere alcune tipologie di viaggiatore/turista che ho incontrato in vacanza o durante la mia esperienza come agente di viaggi. 
Credo si possa fare una lista lunghissima, io ne ho individuati 13, che mi sembrano le tipologie più ricorrenti, anche se spesso e volentieri possiamo assistere anche a forme ibride di turisti; viaggiatori con diverse sfaccettature.
 
 

Vediamo quindi le tipologie di viaggiatore /turista che ho individuato:

IL MILANESE IMBRUTTITO: Si presenta in spiaggia con camicia e bermuda (rigorosamente appena stirati!) e si gode la giornata all'ombra del suo ombrellone leggendo il giornale.
Eh no! Lui non vuole il lettino, ma la sedia da regista (o semmai la sdraio) e non legge cose come La Gazzetta dello Sport, ma preferisce Il sole 24 ore.
Insomma...anche in spiaggia si pensa a fatturare!! TAAAC
 
 
LA LUCERTOLA: vero e proprio animale da spiaggia. Solitamente passa dalle 10 alle 12 ore sdraiato al sole, alzandosi di tanto in tanto per rinfrescarsi in mare o con una doccia (soprattutto se è donna e non vuole rovinarsi la piega!). 
L'AVVENTURIERO: il vero fai-da-te, colui che di sentir parlare di letto, proprio non ne vuole sapere.
Per lui esiste solo la tenda e lo zaino sulle spalle. Viaggerebbe ovunque, ma rigorosamente senza comfort.
 
 
L'AVVENTURIERO MODERATO: come l'avventuriero non ama le strutture alberghiere e i troppi comfort, ma preferisce avere i servizi di un campeggio e viaggiare in luoghi dove almeno possa trovare una pizzeria d'asporto e qualcuno con cui interagire.
L'ORGANIZZATO: non parte se non ha tutto sotto controllo. Solitamente è il leader, colui che guida il gruppo, intrattiene i rapporti con l'agenzia di viaggi di fiducia, l'hotel, il ristorante e il gestore dello stabilimento balneare.
Praticamente ancora prima di partire conosce già tutto quello che andrà a visitare (ma si affida comunque ad una guida esperta!).
 
 
L'ABITUDINARIO: stessa spiaggia, stesso mare. Ormai è cittadino onorario della località di vacanza in cui soggiorna 3 mesi all'anno da ancora prima che nascessero i suoi figli (ora ci porta pure i nipoti!).
Conosce tutto e tutti e guai a cambiare meta!
IL COLLEZIONISTA (DI SOUVENIR): la sua casa è una specie di museo del mondo; in ogni posto in cui va compra almeno un soprammobile, che tiene con cura per ricordarsi di tutti i suoi viaggi e poterli raccontare agli ignari malcapitati che passano per casa sua.
 
 
L'ENO-GASTRONOMICO: lui non visita paesi e città, lui visita ristoranti e cantine!
Per ogni destinazione lui deve assaggiare il piatto tipico, degustare il bicchiere di vino più pregiato e possibilmente acquistare prodotti autoctoni da portare in dono ad amici e parenti al suo ritorno.
IL CHIACCHIERONE: in fila al check in ha già conosciuto i suoi primi amici.
Parla del tempo, delle particolarità del luogo, dei suoi figli che ormai sono grandi e vanno in vacanza da soli, della suocera anziana ricoverata in ospizio, della squadra del cuore, del suo piatto preferito e dell'ultima volta in cui è stata a dieta: insomma, qualsiasi motivo è valido per farsi nuove amicizie anche in vacanza!
 
 
IL SOCIAL ADDICTED: lui viaggia per fare selfie e pubblicarli sui suoi 23 profili social.
Non manca mai la classica foto delle sue ginocchia che incorniciano uno sfondo da far invidia: esiste sia la versione mare che la versione montagna (ma quella al mare credo rimanga la più gettonata).
IL TIPO DA VILLAGGIO TURISTICO: per lui andare in Grecia, ai Caraibi o in Thailandia non fa nessuna differenza. Non esce dal villaggio (meglio se italiano!), partecipa a tutto il programma di animazione, dal risveglio muscolare allo spettacolo serale, passando per un paio di giochi aperitivo.
Al massimo partecipa ad una o due escursioni... organizzate dal villaggio.

 
IL "VADO ALL'ESTERO, MA CERCO L'ITALIA": il nome dice tutto, questa tipologia di turista viaggia all'estero alla ricerca di altri turisti italiani, ristoranti italiani, negozi italiani e qualsiasi cosa porti il tricolore.
E al primo piatto di pasta spacciato per italiano si stupisce che non sia come quella che cucina sua moglie a casa.
IL "NON È PIÚ COME UNA VOLTA": un po' come l'abitudinario tende a tornare nei luoghi di vacanza in cui era già stato, ma con l'intenzione di recensire tutti i cambiamenti avvenuti dall'ultima volta in cu era stato lì.
Tu a quale tipologia pensi di appartenere?
 
Quali ti è capitato di conoscere?
 
Se ti va lasciami un commento qui sotto raccontandomi di altre tipologie di viaggiatori/turisti che ti è capitato di incontrare e se questo articolo ti ha strappato un sorriso, condividilo!
Farai sorridere qualche tuo amico e mi aiuterai a far crescere il mio blog!

 

Pubblicato il: 2020-09-11

Potrebbe interessarti anche


MEDELLIN

MEDELLIN

Viaggio tra le luci di Natale - parte4