Come viaggiare per Turismo fuori dall'Europa rispettando le norme

Se anche a te viaggiare manca come l’aria, ma allo stesso tempo hai paura ad organizzare qualcosa a causa di tutta questa incertezza, allora questo articolo fa proprio al caso tuo.
Da due anni a questa parte i viaggi per turismo, soprattutto verso paesi Extra UE, sono praticamente banditi e ahimè, tutti conosciamo la causa: questa stramaledetta pandemia di Covid-19!
 
Da qualche settimana, però, qualche spiraglio di luce, possiamo forse iniziare a vederlo in fondo al tunnel…o meglio…ai “Corridoi Turistici Covid-free”.
 
“Sì, bella cosa…anche i Corridoi Turistici sono un casino! Non si capisce niente!”
 
Vero, ma almeno qualche possibilità in più per viaggiare, ora ce l’abbiamo! 
E sono certa che, con una buona organizzazione, si possa fare.
 
In questo articolo vorrei proprio provare a fare chiarezza sulla Normativa che regola i “Corridoi Turistici Covid-free”, sempre tenendo presente, però, che le informazioni sono in continuo aggiornamento e che quindi tutto quello che leggerete in questo articolo, sarà valido al momento della sua pubblicazione.
Cosa sono, quindi i “Corridoi Turistici Covid -free”?
 
In base all’ordinanza del 28 settembre 2021, i “Corridoi Turistici Covid-free” sono viaggi organizzati, che abbiano le seguenti caratteristiche:
 
- Sono in partenza e in arrivo sul territorio italiano
- Sono “viaggi turistici controllati”, che prevedono quindi il soggiorno presso strutture ricettive selezionate, che garantiscano misure di sicurezza adeguate
- Sono viaggi gestiti e organizzati da operatori turistici, i quali devono assicurare il rispetto di tutte le norme di sicurezza previste.
 
Al momento i “Corridoi Turistici Covid-free” sono operativi solo verso sei destinazioni selezionate:
- Aruba
- Maldive
- Mauritius
- Seychelles
- Repubblica Dominicana
- Egitto (limitatamente alle zone turistiche di Sharm El Sheikh e Marsa Alam)
 
Per poter usufruire di questa possibilità di viaggiare, i passeggeri dovranno necessariamente essere in possesso di certificazione che attesti una delle seguenti condizioni:
- Completamento del ciclo vaccinale
- Guarigione da covid-19
 
L’ordinanza del 28 settembre 2021, al momento in vigore fino al 31 Gennaio 2022, stabilisce anche il funzionamento dei “Corridoi Turistici covid-free” e definisce l’iter da seguire da parte del viaggiatore.
 
In particolare, il viaggiatore che abbia completato il ciclo vaccinale o sia guarito da Covid-19, dovrà sottoporsi a diversi tamponi prima, durante e alla fine del viaggio e se questi avranno tutti esito negativo, non dovrà sottoporsi a quarantena al suo ritorno.
Che vantaggi ci sono a viaggiare seguendo la normativa dei “Corridoi Turistici Covid-free”?
 
Prima di tutto i “Corridoi Turistici Covid-free” permettono di viaggiare per turismo verso alcuni paesi ad oggi inseriti nell’Elenco E, verso i quali, quindi i viaggi per turismo al di fuori di queste procedure sarebbero vietati.
 
Inoltre, seguire l’iter dei tamponi previsto dall’ordinanza permette di essere esentati dall’obbligo di quarantena al ritorno, previsto invece normalmente per gli spostamenti verso i paesi dell’Elenco E.
 
Insomma, viaggiare in questo momento può sembrare piuttosto complicato, sono d’accordo con te, ma aver ben chiare le normative rende tutto molto più semplice ed inoltre in questo modo avrai la garanzia di partire in modo sicuro e controllato, verso mete davvero paradisiache!
 
 
Spero che questo articolo ti sia stato utile e che tu possa aver capito meglio la disciplina dei “Corridoi Turistici Covid-free”: se è così ti invito a condividerlo con i tuoi amici, per poter dare informazioni utili anche a loro e aiutare il mio blog a crescere!

 

>>> NEWSLETTER DI VIAGGIO: iscriviti qui!!
 
PERCHE' ISCRIVERTI?
 
Per ricevere mensilmente:
- un riassunto dei contenuti più interessanti del mese
- promozioni dedicate
- novità e offerte
 
 
E se non vorrai più ricevere le mie Newsletter di Viaggio...potrai cancellarti quando vorrai con un semplice messaggio!
 
 

Pubblicato il: 2021-10-28

Potrebbe interessarti anche